I malingri a caccia di record con citroen unconventional team

È stato presentato a Milano il Citroen Unconventional Team, gruppo di atleti supportati da Citroen e specializzati in sport “da scivolamento”: vela, skate e snow board, surf da onda, windsurf e kite surf. Del gruppo fanno parte Vittorio Malingri e il figlio Nico, Matteo Iachino (windsurfer), Tony Cili (kitesuf), Alberto Maffei (snowboard), Alessandro Marcianò (surf da onda) e Jacopo Carozzi e Iuri Furdui (skate).

 

Interessante il programma sportivo dei due Malingri, che a bordo del piccolo catamarano Feel Good si lanceranno in una nuova serie di record, due in Mediterraneo e uno in Atlantico.

 

Il programma sportivo prevede una prima fase di “allenamento” con una traversata da Santa Maria di Leuca a Preveza (Grecia) e a seguire gli allenamenti in Mar Ionio e l’ulteriore messa a punto dell’imbarcazione, con l’aiuto di Cesare Grassotti (Shore Team).

 

Il primo tentativi di record partirà il prossimo luglio per stabilire un primo tempo di riferimento sulla rotta Marsiglia-Tunisi, record mai tentato fino a oggi da imbarcazioni classe F20 e, a metà settembre, quello della Portofino-Giraglia, una prima assoluta per la storia dei record italiani.

 

Nei primi mesi del 2017 l'obiettivo è battere il record in doppio sulla Dakar-Guadalupa, la rotta classica dei record oceanici F20. Il tempo ufficiale da superare è di 11 giorni, 11 ore e 25 minuti, detenuto dai francesi Pierre-Yves Moreau e Benoît Lequin.

 

Per finire, nell’agosto 2017, Feel Good parteciperà, senza velleità di podio, alla Centomiglia del Garda, una regata di flotta che è l’esatto contrario di quello per cui equipaggio e barca sono stati allenati e progettati. Proprio per questo una bella sfida.

 

"Attraversare gli oceani con una piccola barca non abitabile", ha detto Vittorio Malingri "significa ritrovare il rapporto primordiale tra uomo e il mare. Ho vissuto sempre inseguendo dei sogni. Oggi continuo quello stesso lungo viaggio, partendo e tornando, immerso nella natura e nelle genti del mondo, senza fermarmi mai abbastanza da considerarlo finito".

 

"Essere 'unconventional' significa essere se stessi”, dice Nico Malingri, “essere indipendenti dalle mode. Significa seguire la propria strada, anche se quella strada ancora non esiste. Più che aver scelto questo sport, è questo sport che ha scelto me, siamo vecchi amici: insieme stiamo benissimo".

 

L’impresa è supportata da Citroen, main partner, e da OneSails, partner tecnico.