Spinte dalla facilità di utilizzo e diffusione di smartphone e tablet, le aziende di strumentazione elettronica hanno iniziato a proporre modelli multifunzione con schermo touch, controllabili cioè interagendo con il display stesso invece che tramite una tastiera fisica. All’inizio della grande euforia touch, alcuni diportisti avevano pensato che sarebbe stato possibile sostituire senza preoccupazioni il chartplotter con il tablet: più economico, più facile da gestire, più connesso alla rete e soprattutto versatile: non è fisso sulla consolle e può essere usato anche quando si va a sciare, in auto e così via. In realtà l’esperienza insegna che non sempre il cambio conviene: i device mobili possono fungere bene come strumenti di rispetto, come ripetitori dei chartplotter fissi o per essere consultati da casa, ma quando la navigazione diventa seria c’è bisogno di uno strumento dedicato, sempre pronto e affidabile, non dipendente da una batteria di breve durata.
A differenza dei tablet, che hanno anche bisogno di apposite custodie marine che ne limitano il comfort di utilizzo, i chartplotter sono strumenti nati per funzionare in ambienti estremi dalle temperature elevate o rigide, umidi e con tanta acqua. Sono impermeabili, resistono alla salsedine e hanno display perfettamente visibili anche durante il giorno. Conoscere questi strumenti è importante, i cantieri li aggiungono alla lista degli optional oppure potreste doverli acquistare per un “retrofit”, cioè un aggiornamento della strumentazione con modelli più nuovi.

Ma come scegliere?

Astra Yacht, B&G, Furuno, Garmin, Lowrance, Raymarine e Simrad sono le marche disponibili, e ognuna produce una tale quantità di gamme e modelli che andare in confusione può essere facile.
Per la pesca, la crociera a vela o a motore? Il primo aspetto da considerare è la vocazione dei brand. B&G, Lowrance e Humminbird (che al momento non ha in gamma prodotti touch) sono gli iper specializzati: il primo nella vela, il secondo e terzo nella pesca. Garmin e Raymarine sono generici, servono benissimo sia la vela sia il motore, vanno bene per barche piccole e quelle grandi e per la pesca. Furuno e Simrad servono barche a motore più grandi e quelle per la pesca professionale e d’altura (non importa di quali dimensioni). Il budget è una voce meno rilevante rispetto a qualche anno fa, perché oggi gli strumenti hanno costi paragonabili. Queste tre caratteristiche condurranno verso una rosa limitata di strumenti tra cui scegliere. Sono diversi gli elementi da considerare quando ci si trova a dover preferire un modello e un determinato tipo di utilizzo sono gli elementi da studiare per una scelta più consapevole.

Touch puro o ibrido?

È la differenza principale tra i vari strumenti e riguarda appunto il display, che può essere solo touch o ibrido, cioè avere, a lato, una seppur piccola tastiera fisica. Generalmente i secondi sono preferiti all’esterno e da chi naviga molto: con mare formato e schizzi di acqua il gesto touch diventa difficile da controllare, l’acqua riduce la sensibilità al tatto e avere tasti fisici è di aiuto. Inoltre, con le mani sporche è meglio usare i tasti per salvaguardare il display. Anche gli strumenti con schermo touch puro possono interagire con una tastiera remota, da comprare e installare a parte. Cartografie È finita l’epoca in cui la cartografia non era compatibile con tutti gli strumenti, vincolando così la scelta dell’armatore a un determinato numero di strumenti o a una certa marca di mappe.
Oggi tutti gli strumenti sono compatibili sia con Navionics sia con C-Map by Jeppesen, le più diffuse nei nostri mari. L’eccezione è Garmin, che al momento (la situazione potrebbe cambiare in futuro) utilizza solo la sua BlueChart g2. A parte offerte particolari, la cartografia non è di solito compresa nel prezzo base, va scelta e comprata a parte (a meno che l’armatore non possegga già una cartuccia o un codice di sblocco).

Gli strumenti più grandi ed evoluti hanno due slot per altrettante schede di memoria: possono quindi leggere e addirittura visualizzare contemporaneamente le due cartografie Navionics e C-Map by Jeppesen. Una possibilità utile quando si naviga in zone difficili o molto lontane, dove la mappatura può essere imprecisa: avere dati differenti è un vantaggio. Garmin è l’unico brand a utilizzare una cartografia di proprietà, la BlueChart g2, e a non essere compatibile con le altre due. Nelle tabelle Raymarine vedrete una terza opzione, la LightHouse Charts, una cartografia in formato raster o vettoriale derivata dalle carte rilasciate da istituti vari in giro per il mondo. Non è ancora utile per chi naviga nei nostri mari, ma se pianificate di farlo nelle Americhe o in Europa del Nord questa è un’opzione da conoscere e sfruttare.

Mappe dedicate ai pescatori

Per i pescatori accaniti esistono funzioni “live” per mappare in autonomia il fondale e le sue batimetriche delle zone nelle quali si pesca solitamente. Humminbird ha la AutoChart Live, una funzione gratuita per leggere il fondale e generare nuove batimetriche, si può usare anche senza acquistare la cartografia base C-Map o Navionics.
Il bello è che le batimetriche acquisite possono essere viste in diretta, durante il passaggio della barca; lo strumento registra fino a 8 ore di dati, comprando una card di memoria si possono registrare anni e anni di dati, che restano di proprietà del pescatore che li ha rilevati, senza bisogno di inviarli al produttore o condividerli con altri.
Per i brand Navico (B&G, Lowrance e Simrad) esiste Insight Genesis, una funzione simile a quella appena vista, la differenza è nel risvolto social dell’operazione: il diportista può infatti condividere le sue tracce e scaricare, a sua volta e gratuitamente, quelle di altri.
Garmin ha la funzione Quick Draw che permette di tracciare in autonomia le proprie batimetriche, a differenza di altre soluzioni, i nuovi dati sono “locali” e non condivisibili con altri per motivi di sicurezza.
Infine Navionics, che con la sua funzione SonarChart Live permette di creare e vedere mappe in tempo reale sia sul tablet sia su alcuni chartplotter dotati di modulo WiFi integrato (vedere www. navionics.com per l’elenco degli strumenti compatibili).

Gps e WiFi sono integrati?

La questione è semplice: gli strumenti che hanno l’antenna Gps integrata possono essere montati soltanto in pozzetto, perché al chiuso non possono funzionare. Se prevedete di montare il chartplotter al chiuso, sarà necessario un modello senza antenna Gps integrata da collegare a una esterna, da acquistare a parte. Di solito gli strumenti medio piccoli hanno l’antenna integrata, mentre i più grandi spessp devono servirsi di quella esterna.
Per quanto riguarda il Wi-Fi, se integrato è meglio: non si hanno problemi di installazione e collegamento con moduli esterni. E per i fuoribordo? Grazie alla tecnologia Nmea2000, un protocollo di scambio di informazioni tra strumenti e vari sensori, tutti i motori, non importa il tipo o la marca, che ne sono dotati possono inviare informazioni agli strumenti.
Sebbene molti motoristi propongano i loro display per il controllo dei dati, non è lontano il giorno in cui tutti questi dati saranno gestiti solamente dagli strumenti multifunzione, che hanno, di solito, schermi più grandi, belli e con un’interfaccia più facile da usare e collaudata.

LE REGATE PRIMA DI TUTTO

Si chiama Esa D7 il display touch cartografico dell'azienda italiana Astra Yacht, fondata nel 2010 a Monfalcone (GO), un prodotto con un deciso taglio "race" che può essere connesso a strumenti di altre marche presenti a bordo e alla rete di sensori Astra (vento, velocità e profondità, Gps, Ais e anche tablet e smartphone grazie alla rete Wi-Fi). Il D7 è un chartplotter ideale sia per chi naviga solo in crociera e sia per chi partecipa a molte regate: aiuto in partenza, laylines e calcolo delle polari in tempo reale sono solo alcuni dei punti di forza di questo strumento. Tra i prodotti di punta Astra ci sono inoltre vari tipi di sensori e software per l'analisi e il miglioramento delle performance, come ad esempio esa Regatta ed esa Dinghy, con quest'ultimo dedicato alle piccole derive, le cui prestazioni possono essere monitorate dal gommone presente sul campo di regata. Per un'idea più completa vi suggeriamo di visitare il sito dell'azienda www.astrayacht.com.

ASTRA YACHT ESA D7
Nome Esa D7
Dimensione display 7”
Risoluzione display 1024 x 600
Gps interno Sì
Wi-fi std Sì
Cartografia C-Map
Dimensioni (mm) 188x146x33
Peso (kg) 0,64
Prezzo Iva inc. da € 1.829

DEDICATO AI VELISTI PURI

La vela è l'unica ragione di esistere per B&G, che offre prodotti di altissimo livello e divisi secondo diverse gamme. Qui vi presentiamo la Vulcan, formata da tre display con dimensioni di 5, 7 e 9 pollici. È una serie touch pura (non ci sono tasti fisici) ed è dedicata a imbarcazioni medio/piccole su cui montare un solo schermo, tipicamente sottocoperta in carteggio o in pozzetto, nelle vicinanze della ruota del timone. A supporto dei Vulcan è possibile installare uno o più display Triton2, per mostrare anche altrove dati di navigazione come velocità, profondità e vento.
I Vulcan dispongono di Wi-Fi per accedere al GoFree™ Shop e scaricare mappe e aggiornamenti e visualizzare le schermate sullo smartphone o tablet. Tra le funzioni più utili citiamo SailSteer™ per visualizzare velocemente i principali dati di navigazione come velocità, vento, rotta, maree e le layline per arrivare in boa. www.bandg.com

B&G VULCAN
Nome Vulcan 5 FS Vulcan 7 FS Vulcan 9 FS
Dimensione display 5” 7” 9”
Risoluzione display 800 x 480
Gps interno Sì
Wi-fi std Sì
Cartografia Navionics, C-Map, Insight
Dimensioni (mm) 152x120x57,9 200x143x70 243x171x83
Peso (kg) 0,54 0,90 1,32
Prezzo Iva inc. da € 669,78 - 852,78 - 1.401,78

DALLE NAVI AL DIPORTO

La tecnologia utilizzata per le imbarcazioni da pesca e crociera è la stessa delle navi da diporto. La serie NavNet TZtouch2 è composta da una coppia di strumenti con display da 12 e 15 pollici e sono dedicati alla crociera d'altura (vela e motore) e alla pesca.
Sono infatti dedicate ai pescatori alcune delle funzioni più avanzate disponibili con Furuno: RezBoost, Digital Filter, TrueEcho Chirp Fish Finder e Accu-Fish. La prima migliora la risoluzione delle immagini senza dover cambiare trasduttore; la seconda serve a eliminare il "rumore" digitale delle immagini e a individuare con precisione pesci singoli.
Grazie a trasduttori Chirp, la funzione TrueEcho riesce a ottenere una rappresentazione del fondale più precisa e realistica. Infine Accu-Fish, capace di determinare la taglia di ogni pesce intercettato dal segnale del sonar tra un minimo di 10 cm fino a un massimo di 199 cm. E poi c'è il radar, altro settore in cui Furuno eccelle grazie anche all'ultimo arrivo: il modello a stato solido Drs4D-Nxt.
www.furuno.com

FURUNO NAVNET TZTOUCH2 SERIES
Nome TZTL12F TZTL15F
Dimensione display 12,1” 15,6”
Risoluzione display 1280 x 800 WXGA 1366 x 768 FWXGA
Gps interno Sì
Wi-fi std Sì
Cartografia Jeppesen/Navionics/NOAA
Dimensioni (mm) 217x325x105 256x410x109
Peso (kg) 3,7 4,8
Prezzo Iva inc. da € 3.922 5.587

PER LA PESCA, IL MOTORE E LA VELA

Si chiamano GPSMAP 722 e 922 i nuovi chartplotter touch con display da 7” e 9”. Disponibili anche nella versione xs, dedicata ai pescatori, dotati di un modulo eco integrato da 1 kW Chirp e funzione Chirp ClearVü, una tecnologia ad alta frequenza che restituisce immagini più nitide e dettagliate di quanto visibile sotto alla barca. La serie si adatta bene a diverse esigenze di utilizzo: imbarcazioni a vela, a motore e pesca con funzioni e accessori molto specializzati, per soddisfare anche utenti esperti. Garmin utilizza la propria cartografia, la BlueChart® g2 Vision™ con integrata la funzione Auto Guidance 3.0, capace di elaborare automaticamente la rotta migliore tenendo conto di ostacoli, secche e molto altro. Diverse le funzioni dedicate alla vela tra cui Laylines, Pre-race Guidance, Race Timer, Starting line, Rosa dei venti. www.garmin.it

GARMIN GPSMAP 722 E 922
Nome Gpsmap 722 Gpsmap 922
Dimensione display 7” 9”
Risoluzione display 800 x 480 WVGA 1024 x 600 WSVGA
Gps interno Sì
Wi-fi std Sì
Cartografia BlueChart® g2 Vision®
Dimensioni (mm) 224 x 143 x 54 256x162x53
Peso 0,90 1,10
Prezzo Iva inc. da € 1.099 1.499

DALLA PESCA ALLA CROCIERA

Per Lowrance il target preferito sono i pescatori. Rispetto ai suoi concorrenti diretti mostra un'anima leggermente più giovanile e meno estrema. Lowrance ha da poco presentato la linea Hds Carbon (gli strumenti HDS Gen3 rimangono ancora in gamma). La nuova serie è composta da tre modelli da 7, 9 e 12 pollici “spinti” da un processore dual core highperformance e schermo multi-touch SolarMAX™ HD, tecnologia CHIRP dual channel e Network Dual Sounder.
Prestazioni avanzate quindi non solo per il cuore del sistema, ma anche per i display, in grado di resistere a temperature elevate, visibili da ogni angolo e con una definizione ancora maggiore. Grazie alla funzione Chirp dual channel è possibile avere una copertura sonar a doppio canale tramite lo stesso trasduttore sonar e marcare gli obiettivi più chiaramente con la tecnologia Network Dual Sounder.
Oltre alla connettività wireless integrata, dispongono del controllo Bluetooth® e hanno doppio slot per le cartucce cartografiche microSD.
www.lowrance.com

LOWRANCE HDS CARBON
Nome HDS-7 Carbon HDS-9 Carbon HDS-12 Carbon
Dimensione display 7” 9” 12”
Risoluzione display 1024 x 600 1280 x 720 1280 x 800
Gps interno Sì
Wi-fi std Sì
Cartografia Insight Genesis™, C-Map, Navionics®
Dimensioni (mm) 215 x 88 x146 265 x 86 x 169 328 x 85 x 225
Peso (kg) n.d.
Prezzo Iva inc. da € 1.584,78 2.438,78 4.024,78

DISPLAY UNIVERSALI

Una delle marche più diffuse a bordo di imbarcazioni a vela, a motore, piccole e grandi. Scelta da molti cantieri, Raymarine ha fatto dell'ampiezza del network e della facilità di utilizzo i suoi punti di forza: i suoi strumenti sono infatti indicati tanto per i principianti quanto per i professionisti e tutti sono accomunati dal medesimo software, il Lighthouse II (faro, in inglese) che viene aggiornato regolarmente con nuove funzioni e potenzialità. Pescatori, velisti e regatanti troveranno tutte le funzioni e gli accessori indispensabili per le loro attività: dai moduli Chirp al controllo della linea di partenza, layline e rotta verso le boe. La aSeries, di cui vedete un modello nella foto, ha schermi touch puri ed è dedicata a imbarcazioni medio piccole. www.raymarine.it

RAYMARINE ASERIES
Nome a6 a7 a9 a12
Dimensione display 5.7” 7” 9” 12.1”
Risoluzione display 640 x 480 800 x 480 1280 x 800
Gps interno Sì
Wi-fi std Sì
Cartografia Raymarine LightHouse, C-Map by Jeppesen e Navionics
Dimensioni (mm) 164x144x71 205x147x73,6 250x189,5x82,6 318x238,3x84,1
Peso n.d.
Prezzo Iva inc. da € 847,90 969,90 1.640,90 3.348,90

GIOCATTOLI DA GRANDI

Il target dell'azienda che fa parte del gruppo Navico non sono solo i medi e grandi yacht, ma anche i fisherman di tutte le dimensioni che fanno pesca d'altura. Per i più piccoli è disponibile la serie Simrad GO, composta da tre modelli da 5, 7 e 9 pollici con schermo touch puro. Ricco e di grande qualità il network di strumenti e funzioni dedicate alla pesca che ruota intorno a questi strumenti, come ad esempio il ForwardScan, trasduttore capace di vedere davanti alla barca per una distanza pari a circa otto volte la misura del fondale. Una dotazione che permette di navigare in sicurezza vicino alla costa, soprattutto nelle zone scarsamente rilevate dalla mappe attuali.
www.simrad-yachting.com

SIMRAD GO
Nome GO5 XSE GO7 XSE GO9 XSE
Dimensione display 5” 7” 9”
Risoluzione display 800 x 480
Gps interno Sì
Wi-fi std Sì
Cartografia Navionics, C-Map, Insight
Dimensioni (mm) 152x120x57,9 200x143x70 243x83x171
Peso (kg) 0,54 0,90 1,32
Prezzo Iva inc. da € 669,78 852,78 1.401,78